LA DIFFERENZA

0

Stessa spiaggia da quarant’anni,
che ha mutato sabbia,
invecchiato volti noti.
Il sole è torbido stasera,
nuvolaglia d’umidità invitano
a sedere sulla battigia
due anziane signore.
Sono sedute, baciate dal sole,
pochi ori alle dita,
il capello sistemato,
unghie e bocca dipinte.
Parlano della vita d’ogni giorno:
di nipoti, di prezzi al mercato,
d’acciacchi d’ossa e poco sesso.
Parlano.
Poco discosta una come loro: vecchia,
in piedi, con un colorato secchiello
in cerca di granchi senza passione,
lo sguardo spento.
Si muove dietro a un uomo non uomo
che non ha capito, che non sa,
che non è capace.
Inginocchiata come madonna,
inchiodata mamma
dal silenzio di tutti,
si adopera su gambe malferme
ad aiutare l’incapace,
che guarda l’orizzonte vorace,
non pago di queste emozioni.
Parlano le due vecchie signore,
baciate dal sole,
sedute comode sulla battigia.
Le onde lambiscono i piedi:
curati, smaltati, pensionati.
Sostenute nel declino della vita
da puntelli di figli che sanno,
che fanno, con la loro esistenza,
LA DIFFERENZA

Sono nata a Roma il 15 settembre del 1961. Ho frequentato i primi 3 anni del Liceo Classico e ho conseguito la Maturità Magistrale. Scrivo da quando avevo sedici anni, per motivi di famiglia e non solo, la penna è rimasta silente per circa vent'anni. Dal 2010 ho ripreso a scrivere. Ho vinto numerosi premi sia per la poesia che per la narrativa e mie poesie sono presenti in diverse Antologie

Lascia un commento

Questo sito raccoglie informazioni anonimi sulla navigazione, mediante Cookie integrati da terze parti. Rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge, continuando a navigare su questo sito accetti e acconsenti l’uso dei Cookie. Approfondisci leggendo la "Cookie policy completa"

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi