I totem pop di Barbara Segal

0

Sicuramente molti di noi conoscono i giganti del lusso Hermes, Chanel e Louis Vuitton le cui borse icona sono diventate dei status simbol del nostro secolo venerate come fossero degli idoli contemporanei. Barbara Segal con le sue sculture critica questi nuovi totem ribellandosi al consumismo dirompente che la società ci propina.

Gli inizi

Barbara Segal è una scultrice americana nata in una famiglia benestante durante gli anni ’50.

La sua infanzia viene scossa dalla morte prematura del padre, un evento che influenzerà la sua gioventù e le successive opere. Si iscrive al corso di scultura presso École Nationale Supérieure des Beaux-Arts a Parigi e passa i seguenti 4 anni in Italia a Pietrasanta e Carrara presso dei laboratori di scultura.

Durante il soggiorno italiano si appassiona all’arte delle grandi cattedrali barocche e rinascimentali diventando fonte di ricchezza per i suoi studi. Negli anni ’70 Barbara Segal torna a New York forte delle sue esperienze e nell’abilità di manipolare la pietra a suo piacimento.

La leggerezza del marmo

Tra le opere di maggiore rilevanza della scultrice troviamo la serie Little Girls’ Dresses, una rappresentazione di vestiti da bambina che riproducono fedelmente tessuti e pizzi.

Queste opere sono una reminiscenza dell’infanzia segnata dal lutto del padre, la leggerezza di quegli anni si è trasformata in un ricordo pesante come il marmo. Per queste sculture Barbara Segal utilizza varie tipologie di pietre tra cui: onice, alabastro bianco e arancione, marmo e calcite.

Fashion Icon

Barbara Segal trasforma i preziosi materiali in oggetti del desiderio femminile. Borse, giacche in pelle camicie finemente intarsiate di pietre dure diventano un modo per contrapporre il potere della Chiesa al Consumismo. La Segal prende spunto dall’opulenza dei marmi visti nelle chiese italiane, le statue dei santi finemente scolpite diventano nella mente dell’artista una meravigliosa borsa di Hermes che rappresenta il sacro e il profano in un’unica opera.

📢    📢    📢
Diventa promotore dell’Arte

Sei un Artista in cerca di visibilità?
Sei stato ad una mostra e vuoi condividere la tua esperienza?
Stai organizzando un evento sull’Arte o la cultura in generale?
Sei appassionato di giornalismo e vuoi avere visibilità?
Fai delle foto, dei video e scrivi due righe. Inviacele e al resto penserà la redazione di Tracciati d’Arte! Potremmo darti visibilità attraverso articoli sulla rivista cartacea “Tracciati d’Arte”, sul sito tracciatidarte.it, sulle nostre pagine social: Facebook e Instagram. Se vuoi essere menzionato nell’articolo e taggato sui social per una maggiore visibilità non dimenticare di specificare che vuoi essere menzionato e il link dei tuoi profili social.
Il tutto GRATUITAMENTE. Aiutaci a divulgare l’Arte e la cultura sul nostro splendido territorio!

Articoli recenti View all

Lascia un commento

Questo sito raccoglie informazioni anonime sulla navigazione, mediante Cookie integrati da terze parti. Rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge, continuando a navigare su questo sito accetti e acconsenti l’uso dei Cookie. Approfondisci leggendo la "Cookie policy completa"

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi